Il cibo ha una storia, tutto il cibo ha una storia ed una tradizione, ma alle spezie ed al sale bisogna riconoscere il merito di essere legati al lato oscuro e affascinante di questa tradizione, infatti, se da una parte sia l’uno che le altre sono sempre stati identificati, usati e ricercati per le loro doti culinario/terapeutiche, per la capacità di conservare gli alimenti dell’uno e per la funzione antisettica delle altre, è altrettanto vero che hanno al tempo stesso coronato leggende e racconti, testi di “herbarie” e incantesimi di streghe, di donne sapienti che ben ne conoscevano gli usi e le proprietà e che sono state bruciate sul rogo della libertà di pensiero e dell’indipendenza proprio a causa di questa loro antica sapienza.

Credo che ogni donna dovrebbe far suoi l’uso delle spezie ed una disciplinata conoscenza del sale, proprio in nome di tutte quelle tra noi che sono state sacrificate. Le spezie condividono con le donne di tutto il mondo un destino che è stato troppo volte tinto con i colori della discriminazione e dello sfruttamento, del lavoro in cucina, dove il cibo ed il sapiente modo di usarle diveniva un mezzo di potere per conquistare una posizione all’interno di quei clan tutti al femminile tipici proprio delle terre che a questi aromi hanno dato i natali.

Provateli e vi accorgerete che ne vale la pena. Si trovano nei migliori negozi di food gourmet o sul web e potete trovarli anche qui: http://www.permefood.it/

Anche tornando da questa parte dell’oceano, però, la storia non scarseggia e al sale ed al peperoncino, da sempre, sono attribuite due doti fondamentali, quella di purificazione, che secondo la tradizione appartiene ad entrambi e quella afrodisiaca, privilegio della spezia più famosa al mondo, il peperoncino.

peperoncino

L’uso segreto e tramandato spesso solo per via orale, evidentemente ed ovviamente legato alle proprietà vaso-dilatatorie, per quanto riguarda il lato afrodisiaco e disinfettanti per quanto riguarda i rituali di purificazione, hanno contribuito a rendere questa spezia una delle più comuni e ricercate al tempo stesso, non particolarmente costosa, ma diffusissima.  Il peperoncino ha una storia che potremmo definire globale, che lo porta da un oceano ad un altro per farne il detentore del gusto, proprio insieme al sale, di piatti che solo se calibrati hanno ragione della loro preparazione.

sale_0

 

La storia che accompagna la materia prima fino a noi è un elemento fondamentale, a mio parere,per poter davvero apprezzare un ingrediente ed usarlo come è giusto che sia, non per mantenere intatta la tradizione, ma, al contrario, proprio perché solo grazie alla conoscenza del passato che accompagna una spezia piuttosto che un’altra, un uso del sale piuttosto che un altro,cosi come di un’erba aromatica o quant’altro, si può davvero superare la tradizione e crearne di nuova, perché sempre dovuto è il rispetto agli antenati.